THE BITTER NOTE – L’AMARO ANALCOLICO

THE BITTER NOTE – L’AMARO ANALCOLICO

The Bitter Note è il primo drink che ha tutta la forza dell’amaro alle erbe italiano ma in versione analcolica.
Si tratta di un gradevole after dinner per chi cerca di ridurre il consumo di alcolici o per gli astemi che non vogliono rinunciare ai riti del “social drinking”.

Recenti indagini hanno infatti dimostrato come si sia venuto a creare un nuovo target di consumatori che, sebbene propensi al consumo di prodotti artigianali, di qualità o di nicchia, desidera ridurre l’assunzione di alcol, senza però accontentarsi dei soliti soft drink.

La risposta a queste esigenze potrebbe essere l’amaro analcolico.
La creazione del Bitter Note combina 4 diversi processi di lavorazione: decozione, estrazione, macerazione ed infusione.

La base è infatti un decotto di foglie di carciofo e piante officinali che si sposa con l’estratto di Terriaca Veneta, il macerato di Legno di Quassio e l’infuso di trentasei, tra radici e spezie: il tutto crea un connubio equilibrato di note aromatiche.
Di colore scuro, con toni ambrati, si presenta al naso con il profumo di radici amare, di menta
fresca e rabarbaro. Colpisce il palato con la sua morbidezza.

Spiccatamente amaro e gradevolmente aromatico, the Bitter Note è un chiaro esempio di drink che richiama la tradizione degli amari italiani alle erbe, conservandone la complessità di gusto e aroma, oltre che le proprietà
e le virtù dei botanicals utilizzati. Perfetto da solo come ammazzacaffè, ghiacciato per i più audaci, è adatto anche come ingrediente di cocktail o di punch digestivi.

Con TheBitterNote l’amaro diventa finalmente accessibile anche per chi preferisce un drink analcolico, senza dover rinunciare al gusto.

CURIOSITÀ
Antica alchimia di monaci e farmacisti, il digestivo alle erbe entra nei salotti buoni e nei
caffè a partire dalla seconda Metà dell’Ottocento.



Hai bisogno di informazioni?