WIKIHORECA

Tutto quello che ti serve sapere sul mondo Horeca

COS’E’ IL MENU ENGINEERING E A COSA SERVE?

Avete mai pensato a cosa passa nella mente dei vostri clienti mentre consultano il menù?
La valorizzazzione dei prodotti realizzati nel vostro punto di consumo si realizza tramite il menu engineering (letteralmente “ingegneria del menù”), la scienza che studia le strategie più efficaci per massimizzare i profitti di un’attività utilizzando come unico strumento il menù.
La famosa domanda iniziale è la prima dalla quale ci suggerisce di partire Michele Scutari (AD della Scuola Ad Horeca – formazione food&beverage, trainer nell’ambito manageriale della scuola) per elaborare il proprio menù. Questo strumento deve essere realizzato seguendo caratteristiche precise e secondo regole che rispecchino il punto di consumo, l’offerta ideata unitamente all’identità dell’attività poiché nei primi 30 secondi di lettura del menù spesso si stima il 70% delle vendite.
Ciò dimostra quanto il processo di scelta all’interno di un locale non sia affatto un processo scontato ma è piuttosto un’attività estremamente complessa, variegata e dalle mille sfaccettature.
Un’equazione dalle infinite variabili: paura di sbagliare, reputazione o budget condita da qualche “goccia di urgenza”.
E’ infatti scientificamente provato che il tempo massimo dedicato alla lettura del menù è di massimo tre minuti.
Da questi minuti dipende non solo l’esito della serata del cliente ma, in particolar modo, il futuro del vostro punto di consumo.
Il menu engineering fa proprio questo, ci spiega Scutari, fa in modo che sia il titolare a scegliere al posto dei clienti, possedendo il controllo dei potenziali guadagni dell’attività.
Questa recente scienza ha dimostrato che agendo sul formato, sul design, sul posizionamento e sulla descrizione delle varie voci che compongono i menù si riesce ad influenzare la scelta delle persone.
In un certo senso è possibile decidere e prevedere, statisticamente, cosa i clienti debbano scegliere senza che quella opzione sia stata effettivamente presa.
Alcuni consigli pratici per mettere in pratica i segreti del menù engineering? Entriamo nel vivo!
– Parola d’ordine: leggerezza in termini di varietà e quantità di scelta. Un numero contenuto di referenze, scelte secondo target, accostamenti e offerta, è la base per il successo della vostra carta.
– Valore chiave? Organizzazione: affinché il menù diventi l’alleato nella pianificazione di una strategia di marketing, è necessario organizzare al meglio i suoi contenuti.
– Un trucchetto? Colore! Quali referenze vogliamo mettere in evidenza? Quelle che contribuiscono alla costruzione del profitto della vostra attività. Un’efficace strategia è quella di estrarre virtualmente alcuni piatti dall’offerta, mettendoli in risalto attraverso colori diversi, riquadri o cornici.
Curiosi di scoprire i prossimi consigli?
Vi aspettiamo al prossimo articolo per farvi svelare dall’esperto altre importanti curiosità!



Hai bisogno di informazioni?